Post Image

Quando si pianifica una strategia pubblicitaria, si sceglie il media dove si ritiene che questa strategia sia più efficace.

Spesso però c’è bisogno di diversificare il target e di ampliare il bacino di utenza a cui si vuole fare riferimento, ed è qui che entra in gioco la pubblicità cross-mediale.

Questa strategia, come dice appunto il nome, mette in contatto tra di loro i media, quindi TV, radio, riviste, giornali e web.

Agire su più media in maniera unita fa in modo di poter comunicare il proprio messaggio, adattato al media che si sta utilizzando, ad un target maggiore.

Ad esempio, possiamo affiancare ad una pubblicità sul web uno spot radio, che può portare nuove persone a cercare l’azienda su internet, aumentando la brand awareness.

Un altro esempio può essere una pubblicità fatta sul giornale inserendo un codice QR al suo interno che, una volta scansionato tramite smartphone, porta ad una landing page.

Diventa a questo punto fondamentale la presenza di un professionista a cui affidarsi per centrare al meglio i canali giusti ed adatti al messaggio che vogliamo lanciare e al target a cui vogliamo fare riferimento, ottimizzando al meglio le risorse, agendo nei momenti più adatti media per media.

Diventano molto importanti in quest’ottica di ottimizzazione delle risorse i “last minute”, cioè degli spazi pubblicitari disdetti da altre aziende o invenduti e offerti a prezzi ridotti per poter essere riempiti all’ultimo.

Assieme ad un piano di marketing, viene affiancata la creazione di contenuti adatti ai media su cui si vuole agire.

Hai bisogno di un piano pubblicitario per la tua azienda? Contattaci!

Prossimo
Vantaggi nell’avere un blog nel proprio sito web
I Commenti sono chiusi.