Da un po’ di tempo LinkedIn ha integrato le Stories.

Che differenza hanno dalle Stories degli altri social network che usiamo tutti i giorni? Come possiamo usarle a favore del nostro lavoro e della nostra azienda?

Bisogna prima fare una premessa: a differenza degli altri social, LinkedIn è nato e continua ad essere una piattaforma il cui target è esclusivamente nel mondo del lavoro.

Le Stories hanno la stessa struttura rispetto agli altri social, con l’unica differenza nella durata dei video, 20 secondi rispetto ai 15 di Instagram.

Perché dunque pubblicare Stories su LinkedIn piuttosto che sugli altri social?

Essendo una funzione che viene utilizzata ancora da poche persone, si avranno più visibilità e più interazioni, oltre ad avere un modo nuovo sul social per trasmetter il proprio messaggio ad altre aziende o clienti.

È uno strumento utile per aziende e professionisti per dare consigli professionali a chi vuole interfacciarsi con il settore di loro competenza, presentare in anteprima un nuovo prodotto o servizio, creare affinità con il marchio, far vedere il backstage del lavoro che stiamo facendo in modo da coinvolgere i clienti oppure creare call to action.

Nel caso di un’azienda, ad esempio, le storie di LinkedIn possono essere utili per presentare un nuovo prodotto ad altre aziende potenziali clienti, che siano essi privati oppure altre aziende. Un professionista può invece mettere in evidenza il suo profilo professionale, mostrando i punti di forza del suo lavoro.

Vuoi sapere come sfruttare tutte le potenzialità di LinkedIn? Contattaci!

Condividi questo articolo su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest