Come può una semplice ed economica scarpa avere così tanto successo? Quanto conta il marketing in un’operazione commerciale come questa?

A guardarle sembrano delle normali scarpe, molto simili ad altre in circolazione; ed è effettivamente quello che sono. Lidl però è stata in grado di renderle l’oggetto del desiderio di tutti e farle esaurire in pochi minuti in mezza Europa grazie ad una campagna marketing più che efficace.

Hanno dato al prodotto due caratteristiche: esclusività e limitatezza.

Come dice il sito ufficiale, sono prodotti della collezione limitata “Fan collection”, e vengono descritte come un must have.

Descrivere il prodotto come limitato ha implicitamente detto ai potenziali clienti che persa questa occasione non avrebbero potuto più avere un prodotto unico.

Questo, unito alla scarsità delle scorte disponibili, ha fatto esaurire le scorte prima di molti paesi europei e poi italiani in pochi minuti, con code infinite davanti a tutti i discount ancora prima dell’orario di apertura.

La cassa di risonanza di questo evento, sicuramente tenuta in considerazione da chi ha seguito questa operazione di marketing, è stata il reselling online delle scarpe. In poche parole, sempre perché prodotti esclusivi e in quantità ridotta, molte persone hanno fatto scorte delle scarpe per rivenderle a cifre esorbitanti sui vari market online. Tempo qualche ora e le calzature erano in vendita da terzi a cifre intorno a 500 euro, con picchi anche di 2500/3000.

Questo fatto, unito all’ironia scatenata sui social per le calzature, non sono stati altro che pubblicità gratuita per il discount tedesco, che con la giusta strategia di marketing si è ritrovato sulla bocca di tutti in ogni parte del mondo. Senza di essa, sarebbero probabilmente delle semplici sneakers molto economiche ma che nessuno avrebbe notato e comprato.

Hai bisogno di aiuto per quanto riguarda il marketing della tua azienda? Contattaci!

Fonte immagine: ww.lidl-shop.be

Condividi questo articolo su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest